Un Tavolo promuove Santa Giulia e Capitolium

La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale per coordinare il lavoro degli assessorati, Per i membri non è previsto alcun compenso.

Più informazioni su

(red.) Un Tavolo di confronto e coordinamento tra assessorati per promuovere il complesso monastico di San Salvatore-Santa Giulia e l’area archeologica del tempio capitolino di Brescia, divenuti Patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco.
La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale per coordinare il lavoro degli assessorati alla Cultura, Turismo, Pubblica Istruzione, Attività Economiche, Marketing Urbano, Centro Storico, Edilizia Monumentale e la Fondazione Brescia Musei che concorderà le azioni che dovranno essere poi concretamente seguite dai diversi uffici del comune, in stretto contatto con tutti gli altri luoghi della rete “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.)”.
L’assessore alla Cultura, Andrea Arcai, dopo aver anticipato di voler richiedere anche alla Fondazione Cab di partecipare a tale tavolo di coordinamento, ha così commentato la decisione: “Il riconoscimento di Santa Giulia e del Capitolium come patrimonio mondiale dell’umanità è sì un traguardo importante, ma anche e soprattutto un punto di partenza per la definitiva valorizzazione artistica, culturale e turistica della nostra città. Il 2012 sarà l’anno in cui l’amministrazione comunale si raffronterà con la città, e con la città studierà tutte le più opportune azioni per valorizzare al meglio il patrimonio che ha ricevuto attraverso il  prestigioso riconoscimento dell’Unesco”.
“Il tavolo di coordinamento”, ha commentato l’assessore al Centro storico, Mario Labolani, “renderà ancora più vitale e utilizzata una delle aree maggiormente significative per la cultura e l’arte della nostra città”. L’assessore Maurizio Margaroli ha preannunciato infine che verrà presto siglato un protocollo d’intesa con le principali organizzazioni produttive sul territorio, al fine di coinvolgerle in una fattiva e duratura collaborazione che consentirà oltre allo sviluppo artistico- culturale anche una crescita economica e turistica della città.
Il responsabile dell’area Pubblica Istruzione, Cultura, Musei e Turismo del Comune, Francesco Falconi, sarà il coordinatore, responsabile di garantire lo svolgimento delle attività. Per i membri del tavolo non è previsto alcun compenso. La costituzione del tavolo non avrà dunque alcun costo per la Loggia. I lavori sono già stati avviati e i risultati degli stessi saranno portati a conoscenza del CdA dell’Associazione Italia Langobardorum, attualmente presieduta da Brescia, il prossimo 13 gennaio 2012 a Roma, unitamente a numerose decisioni operative per valorizzare a livello nazionale il sito seriale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.