Cellatica, anziano rimprovera ragazzino che bestemmia in oratorio: preso a cinghiate

Il 75enne volontario della parrocchia preso a pugni e colpito con una cintura dopo il rimprovero ad un giovanissimo per il suo linguaggio scurrile. Sull'episodio è stata sporta denuncia ai carabinieri.

Cellatica. Lo ha rimproverato per il linguaggio scurrile, condito da bestemmie e, in tutta risposta, ha ricevuto un’aggressione a colpi di pugni e di cintura.
Protagonisti dell’episodio di violenza, che si è consumato all’oratorio di Cellatica, nel bresciano, un 75enne volontario della parrocchia ed un giovanissimo, di 14 o 15 anni, autore della furiosa reazione.
Il ragazzino, che frequenta da poco il luogo di aggregazione del paese, ha prima colpito l’anziano con due pugni allo stomaco, facendolo cadere a terra quindi ha sfilato la cintura dai pantaloni e lo ha colpito con forza. Si è fermato solamente quando sono intervenuti alcuni compagni che lo hanno bloccato.
Il fatto è stato confermato anche dal parroco don Claudio Paganini. L’anziano ha sporto denuncia ai carabinieri. Il giovanissimo deve rispondere di lesioni gravi o gravissime aggravate
dall’uso di armi improprie.
Non sembra esserci pace nel paese della Franciacorta dove, domenica, un raid vandalico compiuto, presumibilmente, da minorenni, ha messo furi uso la scuola primaria, resa inagibile anche da un incendio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.