Ai domiciliari per la fuga in auto, evade per farsi una pizza

Grossi guai per un 30enne della Franciacorta che, avendo la patente scaduta, è stato protagonista di una lunga fuga. Fermato e consegnato in casa, è uscito per recarsi in pizzeria.

Monticelli Brusati. Era al volante con la patente scaduta e il telefono cellulare in mano. Così non si è fermato all’alt degli agenti della Polizia locale, ma ha iniziato una fuga durata una trentina di chilometri per le strade della Franciacorta: da Monticelli a Passirano, poi a Bornato e Cazzago San Martino, dove è stato fermato dai carabinieri della locale stazione. Guida senza patente e resistenza (per via della fuga). Il giorno dopo sarebbe stato giudicato per direttissima, così è stato consegnato in casa propria agli arresti domiciliari in attesa del processo.
Ma il 30enne franciacortino a un certo punto è stato attanagliato dai morsi della fame: il frigo era vuoto come la dispensa e lui ha pensato di uscire in bicicletta per farsi una pizza. Purtroppo ha incrociato i carabinieri e s’è preso anche una denuncia per evasione che si è aggiunta alla serie di reati già contestatigli in precedenza.
Venerdì mattina il giudice ha convalidato l’arresto con l’obbligo di firma. Il processo è stato rinviato per dare tempo alla Difesa di studiare le carte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.