Brescia, auto “cannibalizzate”: 40 episodi tra città e Garda

Della vicenda delle auto depauperate delle componenti elettroniche e non solo, si sta occupando la Squadra Mobile di Brescia. Decine i casi segnalati.

Più informazioni su

Brescia. In tempo di rincari energetici e delle materie prime c’è chi si arrangia pensando bene di arraffare quello che può dalle carrozzerie delle auto lasciate in sosta su strade e piazzali pubblici, depredando le vetture di volanti, pneumatici, parafanghi, fari ed altro, da rivendere, poi, con tutta probabilità, nel mercato nero dei pezzi di ricambio.
E non si tratta di eventi sporadici, ma le segnalazioni sono oramai una quarantina, tra città e Garda, in poco più di una ventina di giorni.

Sugli episodi sta indagando la Squadra Mobile della Questura di Brescia che ha raccolto le denunce, rilevando una certa analogia tra i colpi. Ad essere presi di mira sono soprattutto i Suv Bmw della serie X3 e X5, le auto sportive M e GT ed anche Audi e Mercedes.
Le segnalazioni più numerose vengono da Brescia, Montichiari, Desenzano e Sirmione: ad agire, con tutta probabilità, una banda di ladri esperti in componenti elettroniche delle vetture. Il sospetto è che e i furti siano effettuati su commissione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.