Quantcast

Brescia, in sala slot con il Green pass di un’altra persona

Controlli di polizia in un locale del quartiere Don Bosco. Un uomo denunciato per sostituzione di persona: aveva il certificato intitolato ad altri. Multata anche la titolare dell'esercizio.

Più informazioni su

(red.) Doppio azzardo per una coppia di amici che si è presentata alla sala slot con un Green pass intitolato ad altre persone.
E’ accaduto al quartiere Don Bosco, in città, lunedì sera, quando una pattuglia della questura di Brescia, entrata nell’esercizio commerciale per un controllo proprio finalizzato a verificare il rispetto della normativa Anti Covid, ha chiesto ai due avventori di esibire la certificazione verde. Cosa che i due uomini hanno fatto mostrando un po’ di reticenza e accampando alcune scuse sul fatto che il loro cellulare fosse scarico.
Alla fine, messi alle strette, hanno dovuto ammettere la verità, ovvero che uno di loro era entrato senza esibire il documento e che l’altro ne aveva uno intitolato ad un’altra persona.
I due uomini, entrambi con precedenti, sono sati così sanzionati per violazione della normativa anti Covid ed il soggetto che era in possesso di una Green pass non suo è stato denunciato per sostituzione di persona. Multata anche la titolare del locale per omessi controlli.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.