Quantcast

Via Triumplina, c’è un indagato per la morte di Mariangela Comparin

Accertamenti in corso sul mezzo pesante che il 22 novembre ha travolto ed ucciso la 57enne di Concesio. L'autista non si sarebbe accorto di avere investito la donna.

(red.) Lo scorso 22 novembre, nel tardo pomeriggio, Mariangela Comparin, 57enne di Concesio venne travolta ed uccisa da un mezzo pesante in via Triumplina a Brescia, mentre cercava di attraversare la strada all’altezza di una rotatoria. Il camion proseguì a sua corsa, senza fermarsi.
Il tir, dopo le ricerche di polizia locale di Brescia, effettuate anche attraverso le telecamere di sorveglianza poste in zona e sui portali di accesso alla città, sarebbe stato individuato come uno dei mezzi di proprietà di un’azienda di rottami nel Milanese: l’autista avrebbe dichiarato di non essersi accorto di avere investito una persona, ma è stato comunque iscritto nel registro degli indagati con l’ipotesi di omicidio stradale.
In questi giorni stanno proseguendo gli accertamenti sul camion che avrebbe investito la 57enne bresciana, finalizzati ad appurare che si tratti proprio, come sono convinti gli inquirenti, del mezzo pesante che avrebbe falciato la donna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.