Quantcast

Padenghe, aggredisce i vicini di casa: arrestato e condotto in carcere

Più informazioni su

(red.) Martedì 26 ottobre i Carabinieri della Stazione di Manerba del Garda hanno arrestato un 55enne di Padenghe sul Garda in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Brescia. L’uomo doveva scontare una condanna di 2 anni di reclusione divenuta definitiva.
La vicenda parte nel lontano 2014, quando sono iniziate le disavventure di una famiglia di Padenghe, oppressa dal comportamento minaccioso, violento e intollerante del vicino di casa, infastidito da qualsiasi rumore e che non esitava a prendersela anche con bambini piccolissimi.

Nonostante la tolleranza e la buona volontà delle vittime, la misura si è colmata quanto i bambini hanno cominciato a risentire di quel continuo clima di tensione e quando il 55enne ha picchiato il capo famiglia ritenuto responsabile dei presunti disturbi patiti, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. A quel punto la famiglia ha deciso prima di diffidare a mezzo avvocato e poi a denunciare i soprusi patiti nell’agosto 2015.
Prima il rinvio a giudizio, poi la condanna per atti persecutori, violazione di domicilio e lesioni aggravate emessa da Tribunale di Brescia.
L’uomo è oggi ristretto nella Casa Circondariale di Brescia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.