Quantcast

“Fronte insurrezionale bresciano”, la Procura stringe il cerchio

Sarebbero decine le lettere di minacce ed insulti inviate dal sedicente Fib (Fronte insurrezionale bresciano) rivolte a politici, imprenditori ed esponenti delle forze dell'ordine del territorio.

(red.) Chi si nasconde dietro la sigla Fib, “Fronte Insurrezionale Bresciano”, autore di decine di missive minatorie o di ingiurie, a sedi di aziende pubbliche e private, a politici ed imprenditori, esponenti delle forze dell’ordine, ma anche semplici cittadini?

Si tratterebbe di un gruppo “locale”, poichè nel mirino di questi presunti “rivoluzionari” ci sarebbero solamente questioni legate al territorio. Per la Procura di Brescia che indaga su questi messaggi e sullo striscione appeso su un cavalcavia a San Polo la notte prima della visita dell’ex premier Giuseppe Conte, si tratterebbe di uno o più personaggi di “evidente estrazione populista e sovranista”, ma i cui obiettivi sono trasversali.

Nel mirino del sedicente “Fronte Insurrezionale Bresciano” ci sono infatti anche i Padri Comboniani rei di essere gli organizzatori a Brescia del festival Afrobrix accusati di “inoculare nelle nostre menti il falso assioma dell’uguaglianza di tutte le razze”. Accuse razziste anche l’imprenditore valsabbino Pierluigi Rosini, e il parlamentare del Movimento Cinque Stelle, Giorgio Sorial, definito un “negro barbuto”.

Per il momento tutte accuse e minacce che sono rimaste sulla carta, ma non per questo motivo, sottovalutabili e attorno alle quali la Procura di Brescia starebbe chiudendo il cerchio, con l’identificazione dei presunti responsabili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.