Quantcast

Castegnato, l’omicida: “In quel momento volevo ucciderla”

Le parole Ezio Galesi, il 59enne che, nella serata di mercoledì 20 ottobre, ha massacrato la ex, Elena Casanova, 49 anni, a colpi di martello, subito dopo l'arresto.

(red.) Ha ammesso di avere ucciso Elena Casanova, la 49enne con cui, un anno fa, aveva avuto una relazione, colpendola più volte alla testa con un martello.

Ezio Galesi, 59 anni, arrestato nella notte per l’omicidio della ex fidanzata, ha dichiarato al pm di Brescia Carlo Pappalardo che in “in quel momento la volevo uccidere”. Sui motivi però della violenza inaudita usata sulla donna, massacrata a colpi di mazzuola, si è chiuso nel riserbo, pronunciando solamente la parola “raptus”.

L’uomo, che dopo avere ucciso Elena ha atteso l’arrivo dei carabinieri per consegnarsi spontaneamente, consegnando anche l’arma utilizzata, ha dichiarato di avere avuto un rapporto sentimentale con la vittima e che questa relazione si era chiusa da tempo e, anche, di avere incrociato la ex fidanzata in un negozio di Castegnato nel pomeriggio, qualche ora prima dell’omicidio, e di essersi recato più tardi davanti all’abitazione della donna per aspettarla.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.