Quantcast

Sta male sotto la Loggia, la morte di un clochard

Figura conosciuta dai residenti del centro storico di Brescia, dove passava le sue giornate. Aveva 67anni ed è rimasto vittima di un improvviso malore sotto il portico del palazzo comunale.

Più informazioni su

(red.) Fabio è morto così, stroncato da un improvviso malore nella piazza simbolo della nostra città a conclusione di una vita difficile. Aveva 67 anni, da tempo senza fissa dimora, dormiva in una stanza di proprietà della parrocchia del Duomo e mangiava alla mensa Menni. E’ spirato sabato mattina in Piazza Loggia.
Fabio era un clochard che viveva per strada ed era conosciuto dai residenti nel centro di Brescia. Talvolta si sedeva sulle panchine sotto i portici di Palazzo Loggia. Ed è stato proprio lì che s’è sentito male verso l’ora di pranzo di sabato, accasciandosi per terra.
L’allarme è stato lanciato da alcuni passanti e il poveretto è stato soccorso dagli agenti della Polizia Locale che presidiano l’ingresso del palazzo comunale. Inutile il tentativo di rianimarlo con il defibrillatore della Loggia, inutile anche l’intervento dei soccorritori del 118. La vita di Fabio si è conclusa sul selciato della Loggia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.