Quantcast

“Isolare gli squadristi e i violenti”, anche a Brescia solidarietà per la Cgil

Dopo l'assalto di sabato alla sede romana della Camera del Lavoro, mobilitazione in tutta Italia e nella nostra provincia contro l'estrema destra e le frange violente di no-vax e no green-pass. 12 arrestati, identificati anche dei bresciani.

(red.) Dopo l’assalto avvenuto sabato a Roma contro la sede nazionale della Cgil da parte di militanti di estrema destra e attivisti delle frange violente no-vax e no green-pass, nella mattinata di questa domenica si è riunita nella capitale l’assemblea nazionale della Cgil. Contemporaneamente sono state aperte anche le sedi territoriali in tutta Italia.
Quella di Brescia in via Folonari ha aperto le porte a partire dalle 9 di mattina. Al presidio sono intervenute centinaia di persone. Tra gli altri hanno parlato il segretario generale della Cgil bresciana Francesco Bertoli e il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono.
Per sabato 16 ottobre è stata indetta una manifestazione nazionale.  Molte le testimonianze di solidarietà arrivate alla Camera del lavoro di Brescia.

Del Bono Cgil

Nel corso della serata e della notte tra sabato e domenica la polizia ha arrestato 12 persone per i fatti di Roma, sei in flagranza di reato e altre sei con arresto differito. Tra queste vi sono i vertici di Forza Nuova: Giuliano Castellino, responsabile nazionale di Forza Nuova già fermato e portato in questura nella serata di sabato e Roberto Fiore, capo romano del movimento di estrema destra.
Alla manifestazione che poi è degenerata hanno partecipato anche degli attivisti bresciani, alcuni dei quali sarebbero stati identificati dalla polizia prima degli scontri. La questura di Roma ha infatti reso noto di aver identificato 600 manifestanti provenienti da Reggio Emilia, Padova, Mantova, Brescia, Verona, Torino, Milano, Bergamo, Pesaro Ancona, Firenze, Trieste, Bolzano, Modena, Treviso, Rovereto ed Arezzo. Sono stati controllati 56 minivan, cinque pullman e numerose moto.

Cgil Camera del Lavoro solidarietà dopo l'attacco fasciata a roma

Esprimo a te, al tuo gruppo dirigente e agli iscritti Cgil la piena e sentita solidarietà mia e della Cisl bresciana”, è il messaggio che il segretario generale della Cisl, Alberto Pluda, ha inviato al collega della Camera del Lavoro di Brescia, Francesco Bertoli, dopo il gravissimo episodio di ieri pomeriggio a Roma contro la sede nazionale del sindacato. “Un attacco inaudito, feroce, e squadrista contro un presidio della democrazia qual è il sindacato confederale”.

Cgil Camera del Lavoro solidarietà dopo l'attacco fasciata a roma

“Sono passati 100 anni da quando assaltavano le case del popolo o le sedi sindacali”, si legge in una nota dei capigruppo di maggioranza in Loggia Donatella Albini, Fabrizio Benzoni, Laura Parenza e Francesco Patitucci. “Adesso ci riprovano, ma non passeranno. Lo squadrismo fascista sia subito messo in condizione di non nuocere da parte delle istituzioni della Repubblica, nata dalla Resistenza. Noi capigruppo di maggioranza in consiglio comunale Brescia difendiamo ora e sempre il cuore antifascista della Costituzione e il valore delle organizzazioni sindacali. Esprimiamo piena solidarietà alla Cgil”.

Cgil Camera del Lavoro solidarietà dopo l'attacco fasciata a roma

“Le violenze di queste ore a Roma in particolare, da parte di manifestanti no-vax e l’attacco alla sede della Cgil sono di una gravità inaudita”, si legge in un comunicato delle Acli bresciane. “Minoranze esagitate e gruppi apertamente fascisti pensano di mettere in discussione la libertà e la democrazia. Le Acli bresciane condannano queste violenze e l’attacco squadrista alla sede della CGIL, esprimono solidarietà al sindacato e ai poliziotti fatti oggetto di attacco. E’ venuto il momento di applicare la Costituzione e sciogliere le formazioni politiche fasciste come Forza Nuova. Le idee se sono supportate da argomentazioni valide sono tutte rispettabili. Quando invece si ricorre alla violenza e alla sopraffazione si dimostra di non avere idee e di non avere nessun rispetto per la democrazia”.

Cgil Camera del Lavoro solidarietà dopo l'attacco fasciata a roma

“Gli scontri di piazza che vedono protagoniste organizzazioni neofasciste e che hanno portato all’assalto della sede storica della Cgil sono una vergogna”, scrive Europa Verde Brescia, che “esprime profonda solidarietà alla Cgil e alle forze dell’ordine e sollecita al governo un provvedimento di scioglimento delle organizzazioni neofasciste che usano la piazza per organizzare la violenza. I violenti vanno individuati e valutati dalla giustizia rapidamente: l’irresponsabilità di chi usa la pandemia da Covid per organizzare la violenza va respinta con fermezza.Un atto intollerabile e sintomatico di tempi potenzialmente bui e pericolosi che stiamo vivendo ma che siamo pronti a respingere”.

Cgil Camera del Lavoro solidarietà dopo l'attacco fasciata a roma

A nome del Centro democratico anche Massimo Bertuzzi esprime “solidarietà al segretario Landini e alla Cgil. Quello che è accaduto a Roma è un attacco alla democrazia, che noi condanniamo senza se e senza ma. La sede delle lavoratrici e dei lavoratori della Cgil è stata attaccata da Forza Nuova e dal movimento no vax. Ricordiamo che le organizzazioni che si richiamano al fascismo vanno sciolte”.

Cgil Camera del Lavoro solidarietà dopo l'attacco fasciata a roma

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.