Quantcast

Fugge al posto di blocco, 30enne inseguito e arrestato

Contro di lui il tribunale di Brescia aveva emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per violenza sessuale. Preso in via Dalmazia e portato a Canton Mombello.

(red.) Un italiano di 30 anni è stato arrestato dalla Squadra Volante della questura di Brescia dopo essere stati inseguito e fermato per non essersi fermato all’alt. Un posto di controllo era stato sistemato in via Flero e l’uomo, che passava a bordo di un’autovettura, non ha risposto all’ordine dei fermarsi, ma ha accelerato per far perdere le tracce.
L’inseguimento si è concluso in via Dalmazia, dove il 30enne è sceso dal veicolo per tentare di fuggire a piedi. L’uomo è stato raggiunto e bloccato dagli agenti della Volante ai quali ha anche tentato di opporre resistenza.
Dai controlli è emerso che il 30enne, accusato di violenza sessuale per fatti accaduti a Brescia nello scorso mese di marzo e in passato condannato in via definitiva per analoghi episodi, aveva a suo carico un provvedimento di custodia cautelare in carcere come conseguenza di un’indagine per violenza sessuale coordinata dal sostituto procuratore Alessio Bernardi e condotta dagli uomini della Squadra Mobile. Quindi i poliziotti gli hanno fatto scattare le manette ai polsi conducendolo a Canton Mombello  in esecuzione dell’ordinanza emessa dal Tribunale di Brescia lo scorso 8 giugno, nell’ambito dell’indagine per violenza sessuale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.