Quantcast

Brescia, con il reddito di cittadinanza e la Porsche

La Guardia di Finanza ha scoperto ben 117 persone che percepivano l'assegno sociale indebitamente. Tra queste uno straniero, ai domiciliari, che possedeva tre auto di lusso.

(red.) Vasta la platea di “furbetti” del reddito di cittadinanza scoperti nel bresciano in un’operazione della Guardia di Finanza che ha messo sotto la lente centinaia di persone che percepiscono l’assegno sociale.
Dalle indagini effettuate dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, in collaborazione con l’Inps, è emerso che ben 117 persone, nel bresciano, percepivano il Reddito di cittadinanza senza averne diritto. Tra queste anche uno straniero sottoposto agli arresti domiciliari e proprietario di tre auto di lusso, tra cui una Porsche di recente immatricolazione e di elevato valore commerciale.

I “furbetti” sono stati denunciati e la loro posizione segnalata all’Istituto previdenziale per l’immediata revoca dell’erogazione del beneficio e del recupero delle somme indebitamente incassate, stimate in diverse centinaia di migliaia di euro.
Le Fiamme gialle hanno deferito all’autorità giudiziaria 61 soggetti per la violazione delle disposizioni del Decreto Legge n. 4/2019, convertito nella Legge n. 26 del 28 marzo 2019. Di cosa si tratta? Di persone che percepivano l’assegno di cittadinanza mentre erano sottoposti a detenzione o destinatari di misura cautelare personale e, tra questi, anche alcuni soggetti condannati in via definitiva per gravi reati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.