Quantcast

Condannato per violenza sessuale, nuova denuncia per abusi

Di nuovo alla sbarra, dopo la condanna di tre settimane fa a 6 anni per atti sessuali con minorenni nella palestra di karate a Lonato, Sandro Perini. Ad accusarlo la figlia della ex.

(red.) Nuove accuse per Sandro Perini, già alla sbarra per atti sessuali con minorenni e condannato tre  settimane fa a sei anni di reclusione per avere approfittato di di una minore nella cornice della palestra di karate di Lonato del Garda (Brescia).

Vicenda nella quale sono stati giudicati colpevoli Darix Argentini (4 anni), amici del titolare dell’attività sportiva, Carmelo Cipriano, già condannato a 9 anni e 2 mesi in via definitiva per avere avuto rapporti sessuali con le giovanissime che frequentavano le sue lezioni di karate.

A chiamare in causa Perini questa volta è la figlia della ex compagna, ora maggiorenne ma che, al tempo delle presunte violenze, ne aveva solo 9.
La ragazza che nel processo si è costituita parte civile, martedì è comparsa davanti al giudice e alle parti per testimoniare, raccontando delle attenzioni e degli atti a sfondo sessuale compiuti dall’uomo avvenuti tra il 2008 ed il 2009 quando l’uomo viveva con la madre della ragazza.

Di questi fatti, avvenuti un decennio prima, la giovane non aveva mai parlato prima, ma nel 2017, quando Perini ricevette l’avviso a comparire per una denuncia per violenza sessuale, telefonò all’ex compagna chiedendole se l’avesse presentata lei, insospettendo la donna che così scoprì gli abusi subiti dalla figlia.

Il processo a carico del 46enne, accusato di violenza sessuale pluriaggravata ai danni di minore, è stato aggiornato al prossimo 9 novembre, data in cui a testimoniare sarà proprio la ex compagna di Perini.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.