Quantcast

Polizia, Finanza e Ispettorato del lavoro, ispezione all’Ortomercato

E' scattata questo venerdì all'alba. Sono state rilevate tre violazioni della sicurezza dei lavoratori e delle regole sanitarie, un lavoratore in nero ed è stata decisa la sospensione di un’attività commerciale

Più informazioni su

(red.) All’alba di venerdì 24 settembre, agenti della Questura di Brescia e militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Brescia, coadiuvati da funzionari dell’Ispettorato territoriale del Lavoro e dell’Ats locale, hanno eseguito un intervento ispettivo ad ampio raggio all’interno degli spazi dell’ortomercato cittadino.
Inserite nel più ampio contesto di una serie di iniziative adottate a tutela della legalità, le operazioni ispettive sono state eseguite, per la Guardia di Finanza, con il fine di verificare l’eventuale impiego di lavoratori irregolari e di individuare potenziali manifestazioni di illegalità connesse al mancato rispetto degli obblighi fiscali e alla illecita vendita di prodotti non conformi agli standard di sicurezza, mentre per la Polizia di Stato in relazione al contrasto dell’immigrazione clandestina e alla salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Nel complesso, informa una nota della Questura, è stato constatato un diffuso rispetto delle regole da parte degli operatori commerciali. Tanto che le attività ispettive sono state effettuate con la cooperazione degli stessi commercianti, mossi da spirito collaborativo e consapevoli della necessità di svolgere controlli a tutela di chi opera correttamente sul mercato.
Sul piano delle irregolarità riscontrate, le operazioni hanno condotto a rilevare tre violazioni sul fronte della sicurezza dei lavoratori e alle regole sanitarie, nonché all’individuazione di un lavoratore in nero e la sospensione di un’attività commerciale.
I lavoratori di origine straniera identificati nel corso dell’attività sono risultati tutti in regola sul territorio nazionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.