Quantcast

Beccalossi: “Dopo l’ennesima truffa, è ora di abolire il reddito di cittadinanza”

(red.) “Il reddito di cittadinanza ormai fa notizia solo per le continue truffe e abusi di chi intasca ogni mese soldi pubblici senza averne diritto. E’ davvero arrivato il momento di abolire questo strumento che non combatte la povertà, favorisce il lavoro in nero e sta mettendo in ginocchio intere categorie per mancanza di manodopera . Per questo mi auguro che Matteo Salvini, come dichiarato anche nei giorni scorsi, ponga il tema della cancellazione nell’agenda di governo”.
Lo dichiara Viviana Beccalossi, presidente del Gruppo Misto nel consiglio regionale della Lombardia, commentando la notizia della denuncia di 89 persone, da parte dei carabinieri di Brescia, accusate di aver dichiarato il falso nella documentazione utilizzata per richiedere il reddito di cittadinanza, percependo illecitamente circa 500mila euro.
“Mi chiedo cosa si aspetti”, prosegue Viviana Beccalossi, “per porre rimedio a un sistema che in questi anni ha permesso abusi di ogni tipo, come nel caso di Brescia, in cui erano beneficiari del reddito persone che mentivano sulla residenza in Italia, risultano irreperibili sul territorio nazionale o addirittura si erano ‘dimenticate’ di dichiarare redditi da lavoro dipendente. Un grazie ai carabinieri che hanno permesso di smascherare queste situazioni imbarazzanti. Adesso però tocca allo Stato smetterla di farsi prendere in giro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.