Quantcast

Rave party illegale a Verolavecchia: denunciati i due organizzatori

Deferiti per attività di intrattenimento musicale senza la prevista autorizzazione amministrativa e per invasione di terreno.

Più informazioni su

(red.) Nella notte tra sabato e domenica, nel comune di Verolavecchia in località Monticelli d’Oglio, a seguito di segnalazione di un rave-party in corso sono intervenuti i Carabinieri di Verolavecchia.
Sul posto si sono prontamente recati gli Agenti della Questura – DIGOS, Squadra Mobile, Scientifica, UPG – e i Carabinieri che hanno dapprima impedito l’afflusso di altri partecipanti e poi hanno identificato circa 200 persone individuando gli organizzatori dell’iniziativa riuscendo a liberare prontamente la zona.
Il proprietario del terreno, sul quale si è svolto il rave ha sporto denuncia-querela presso il comando Stazione Carabinieri.

rave party, sequestrati mixer, casse audio e furgoni

I due organizzatori sono stati denunciati per aver indetto un’attività di intrattenimento musicale senza la prevista autorizzazione amministrativa e per invasione di terreno e per questo motivo tutte le apparecchiature audio e le relative strumentazioni insieme ai furgoni utilizzati dai due promotori per il trasporto sono state sequestrate sia penalmente che amministrativamente.
In particolare, gli Agenti hanno sequestrato diverse casse audio e un amplificatore, un pc portatile, due mixer, i generatori utilizzati per far funzionare tutte le apparecchiature.
Inoltre, gli stessi due promotori sono stati segnalati al Comune di Verolavecchia per le sanzioni amministrative di competenza di quell’Amministrazione Comunale.
Tutti gli altri partecipanti all’evento, circa 200 persone, sono stati segnalati all’Autorità giudiziaria per il reato di invasione di terreno. Nel corso dell’operazione sono state sequestrate modiche quantità di sostanza stupefacente in uso ad alcuni partecipanti all’evento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.