Quantcast

Temù, l’autopsia conferma: il corpo è di Laura Ziliani

Ancora da stabilire le cause del decesso anche se il corpo non sono stati riscontrati segni di violenza.

(red.) Nella giornata di oggi, giovedì 12 agosto, i medici dell’Ospedale civile di Brescia hanno fugato ogni dubbio: il corpo trovato la scorsa domenica a Temù è quello di Laura Ziliani. Il corpo era già stato riconosciuto grazie agli orecchini che indossava la donna e per una cisti sotto il piede destro. Ora però c’è la conferma del medico legale.
La vittima, 55 anni, ex vigilessa di Temù ora impiegata del comune di Roncadelle, era scomparsa nel nulla lo scorso 8 maggio.
Entro una settimana arriverà l’esito della comparazione del Dna, per il quale serve un po’ di tempo. Nei prossimi giorni arriveranno anche i referti sugli organi interni e quelli dei test tossicologici, la salma comunque non presenterebbe segni di violenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.