Quantcast

Spacciano in stazione, in manette due pusher nigeriani

I due sorpresi dagli agenti della polizia locale mentre cedevano del "fumo" ad un giovane appena arrivato con il treno.

Più informazioni su

(red.) Arrestati in flagranza, sorpresi a cedere del “fumo” ad un cliente appena sceso dal treno proveniente da Verona.

In manette sono finiti due pusher nigeriani, un 31 enne residente a Concesio e un 25 enne di Palazzolo, che avevano stabilito la propria base operativa per lo spaccio in via Solferino, in prossimità della stazione ferroviaria

L’episodio è avvenuto mercoledì pomeriggio: gli agenti della polizia locale di Brescia hanno seguito i due spacciatori (senza fissa dimora e con precedenti) e li hanno colti mentre cedevano il pezzo di hashish ad un 20enne. Il ragazzo ha ammesso di essere un loro cliente abituale. I due pusher avevano addosso quasi una ventina di grammi tra hashish e cocaina oltre a 215 euro in contanti, probabile frutto dello smercio di sostanze.

Per i due stranieri sono scattate le manette, segnalato alla prefettura come consumatore il 20enne.
Giudicati per direttissima, hanno scelto di patteggiare: uno nove mesi di reclusione, l’altro sei. Per entrambi il giudice ha inoltre disposto il divieto di dimora a Brescia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.