Quantcast

Lumezzane, videopoker illegale: nei guai esercente

Il titolare del locale rischia una multa fino a 50mila euro e la chiusura dell'attività da 30 a 60 giorni.

Più informazioni su

(red.) Rischia una sanzione da 5 fino a 50 mila euro e la chiusura del locale fino ad un massimo di  60 giorni l’esercente valgobbino “pizzicato” a detenere un videopoker illegale.

A scoprire l’apparecchiatura non conforme, riproducente il gioco del poker in violazione dell’articolo 110 del Tulps, i carabinieri di Lumezzane, durante un controllo specifico per il contrasto del gioco d’azzardo.

Nonostante il tentativo, da parte del negoziante, di occultare l’apparecchio, i militari hanno sottoposto il videopoker ad un controllo dal quale è risultato essere  non conforme alla normativa vigente. Il videogioco è stato posto sotto sequestro amministrativo.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.