Quantcast

Dalla Serbia all’Italia (verso Brescia) con 36 animali da caccia: denunciato

Era diretto alla nostra provincia il veicolo non omologato che trasportava gli animali senza alcuna autorizzazione.

(red.) Nelle ore intorno a sabato 19 giugno la Polizia stradale è stata impegnata in un intervento sul fronte della collaborazione Roadpol tra Italia e Slovenia, nel momento in cui è stato fermato un mezzo a bordo del quale c’erano 36 cani da avviare alla caccia. E quel mezzo, proveniente dalla Serbia, era diretto alla nostra provincia di Brescia. Allo stop degli agenti, di fatto tutto è risultato irregolare in quel trasporto. Il veicolo non era omologato, il conducente non era autorizzato e nemmeno i documenti di accompagnamento degli animali erano in regola. Tra l’altro tutti i cani erano sofferenti e per questo motivo sono stati sequestrati e affidati alle autorità veterinarie. Per il conducente è scattata una denuncia a piede libero per maltrattamento di animali, falso materiale e ideologico e trasporto abusivo a livello comunitario di animali di affezione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.