Quantcast

Fatture false e società cartiere da Vicenza, sei bresciani arrestati

Diversi bresciani avrebbero fatto parte dell'associazione a delinquere finalizzata anche alla frode dell'Iva.

(red.) C’è molta Brescia nell’indagine che nelle ore precedenti a mercoledì 9 giugno ha portato la procura di Vicenza, tramite la Guardia di Finanza e la Squadra Mobile, a numerosi arresti per fatture connesse a operazioni inesistenti e sequestri su disposizione del giudice del tribunale. Insieme al sequestro, appunto, di 2,5 milioni di euro. Le accuse a vari livelli sono di associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale, dichiarazione fraudolenta dei redditi e omessa dichiarazione dell’Iva.

In carcere sono finiti un 48enne di Rovato e residente a Vicenza, la moglie e lo zio 63enne residente a Coccaglio, un 64enne di Paspardo e un 52enne di Rovato. Arresti domiciliari anche per un’altra 52enne di Rovato e l’obbligo di firma e di dimora ad altri quattro indagati residenti nel bresciano tra Roncadelle, Moniga del Garda, Cazzago San Martino e Cortefranca. E tra le accuse a carico della coppia c’è anche quella di aver ottenuto fondi per combattere la pandemia.

In più, si parla anche di detenzione di pistole semiautomatiche e un fucile. Mentre uno dei componenti è accusato di tentata estorsione nei confronti di un altro del gruppo, poi uscito. In generale, si parla di società cartiere e fatture su operazioni inesistenti con prelievi da conti correnti all’estero e denaro rimpatriato attraverso viaggi dalla Repubblica Ceca e dalla Bulgaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.