Quantcast

Traffico illecito di rifiuti: due anni e 4 mesi più multa e confisca di un capannone

Si tratta di G.A., 55enne della provincia di Mantova, tratto in arresto per un'ordinanza arrivata nel 2019.

(red.) Due anni e quattro mesi di reclusione e 10.000,00 euro di multa, con interdizione dai pubblici uffici, dagli uffici direttivi delle imprese, con conseguente incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione. E’ la condanna inflitta dalla Seconda Sezione Penale del Tribunale di Brescia a G.A., 55enne della provincia di Mantova, tratto in arresto – in esecuzione di un ordine di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Brescia – nel novembre del 2019 per traffico illecito di rifiuti.
Le indagini condotte dai carabinieri del NOE di Brescia e coordinate dalla Dott.ssa Roberta Panico, Sostituto Procuratore della Repubblica della DDA di Brescia, avevano consentito di individuare i collegamenti del 55enne mantovano, con soggetti collegati con un gruppo criminale attivo nella gestione e nello smaltimento illecito di centinaia di tonnellate di rifiuti speciali, provenienti dalla Toscana, Campania ed ovest Lombardia, mediante il loro lo stoccaggio in tre capannoni industriali dismessi ubicati a Soiano del Lago (BS), Roverbella e Casaloldo in provincia di Mantova, divenute vere e proprie discariche abusive.

La sentenza del Tribunale di Brescia, infine, ha disposto la confisca del capannone di Soiano del Lago e di un autocarro utilizzato per il trasporto dei rifiuti, disponendo a carico dell’imputato la bonifica dei luoghi, con la rimozione e lo smaltimento di quanto rinvenuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.