Quantcast

Crac “pilotato” di un centro commerciale a Padova, due bresciani in manette

Martedì la Guardia di Finanza ha raggiunto anche la nostra provincia. Sono in tutto nove gli indagati.

(red.) Pochi giorni fa, martedì 25 maggio, le Fiamme Gialle della Guardia di Finanza hanno raggiunto le province di Roma e anche di Brescia per una serie di arresti e sequestri nell’ambito dell’operazione “Black Mall” coordinata dalla procura di Rovigo. E tra quelli finiti in manette ci sono anche due bresciani, di cui un 56enne di Rezzato e un 62enne di Roccafranca che già erano finiti dietro le sbarre per una situazione simile.

Si parla in questo caso di un fallimento da 36 milioni di euro del centro commerciale “Borgo Veneto” di Padova, ma anche di frodi fiscali e autoriciclaggio. L’operazione ha portato a finire nei guai sette persone, di cui sei imprenditori e un direttore di banca e di questi, quattro sono finiti in carcere e tre ai domiciliari. Mentre altri due – un architetto e un imprenditore – sono stati interdetti dall’esercizio dell’attività. Le Fiamme Gialle hanno anche proceduto al sequestro preventivo di oltre 2 milioni di euro su 63 conti correnti intestati a tre indagati e a sette imprese compiacenti.

Secondo l’accusa, anche i due bresciani avrebbero fatto in modo di rendere il centro commerciale di fatto una scatola vuota prima di farlo fallire, modificando lo stato patrimoniale e usando fatture false per operazioni inesistenti. Tutto questo, grazie anche al direttore di banca che avrebbe aiutato nell’evitare la norma antiriciclaggio e portando le somme verso società dedicate a favore degli indagati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.