Quantcast

Darfo: detenzione e spaccio di droga, pregiudicato di nuovo in manette

Più informazioni su

    (red.) Quando era stato arrestato a novembre del 2019, aveva detto ai Carabinieri che non sapeva fare altro che spacciare. E il vizio gli era costato dieci anni di carcere.
    Finisce nuovamente nei guai un 47enne pregiudicato, residente a Darfo Boario Terme nei cui confronti il Tribunale di Brescia ha emesso un nuovo provvedimento di arresto. Il reato contestato è sempre lo stesso, ovvero la detenzione e lo spaccio di droga.

     

    L’indagine dei militari dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Breno è scattata a seguito del fermo di alcuni soggetti della media e bassa valle che, durante dei normali controlli del territorio, erano stati trovati in possesso di alcune dosi di cocaina, detenute e acquistate per uso personale.
    L’incrocio delle risultanze investigative ha dimostrato che il fornitore era sempre lo stesso, ovvero il 43enne, che risulta essere peraltro sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Le indagini dei Carabinieri hanno dimostrato che a lui si rivolgevano circa una trentina di clienti. Il pusher aveva creato un florido mercato di rivendita al dettaglio di cocaina, per lo più rivolto a clienti fidelizzati.

    Gli accertamenti avviati dai militari hanno permesso di ricostruire la sua illecita, ma alquanto redditizia attività di spaccio e di identificare gran parte dei componenti del suo “pacchetto clienti”. Sono circa un migliaio gli episodi ricostruiti. Il Giudice, ricevute le risultanze investigative, ha applicati nei suoi confronti un provvedimento cautelare di arresti domiciliari.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.