Quantcast

Maltratta per mesi gli anziani genitori chiedendo soldi per la droga: arrestato

A Canton Mombello è finito un 34enne bresciano colpevole di minacce, maltrattamenti, estorsione e rapina ai danni di padre e madre. Li costringeva a una vita di paura, con continue richieste di denaro.

(red.) Per mesi ha minacciato i propri anziani genitori per farsi dare soldi, usando anche le maniere forti. Così nella notte tra venerdì e sabato la Squadra Volante della Questura di Brescia ha eseguito l’arresto disposto dal Gip del Tribunale ordinario nei confronti di E. F., un 34enne bresciano responsabile di atti persecutori, maltrattamenti, estorsione e rapina nei confronti di padre e madre.
I genitori del giovane, in fasi diverse, avevano esternato l’indole violenta e vessatoria del figlio che, essendo dipendente dalla droga, spesso perdeva il controllo. La Polizia, sulla base delle dichiarazioni delle vittime, ha potuto ricostruire diversi episodi. Per esempio minacce nei confronti del padre: “Se non mi dai i soldi ti picchio”. Oppure anche atti di violenza fisica: pugni e calci sul corpo del genitore per farsi consegnare denaro. Anche la madre ha subito le angherie del figlio 34enne: più volte maltrattata e spesso sottoposta a minacce di morte, costretta a vivere in uno stato di paura e prostrazione fisica e morale, nonché a temere per la propria incolumità. Tanto che più volte è stata costretta ad abbandonare la casa per cercare rifugio presso parenti.
Nei giorni scorsi, per esempio, un equipaggio della Squadra Volante, è intervenuto a Brescia nei pressi di un istituto bancario di via Salgari dopo altre minacce e un’aggressione del 34enne nei confronti del padre, da tempo costretto a vivere nel terrore per il comportamento violento del figlio. In quest’occasione specifica l’uomo aveva chiesto al genitore di prelevare 800 euro, ma lui si era rifiutato decidendo di non cedere alla richiesta e mettendosi a urlare per attirare l’attenzione dei passanti e di una pattuglia della Volante che in quel momento si trovava nella zona. Quando hanno sentito le grida dell’anziano, gli agenti sono intervenuti trovando il 34enne in evidente stato di alterazione, che dava ancora in escandescenze contro il genitore. Nella notte, quindi, E.F. è stato arrestato dalla Polizia in esecuzione di un provvedimento dell’autorità giudiziaria. Durante la perquisizione all’interno dell’abitazione, gli agenti hanno trovato anche 500 grammi di marijuana. L’uomo, con diversi precedenti, è stato associato a Canton Mombello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.