Quantcast

Guida in stato di ebbrezza: 50 beccati, ecco cosa si rischia

Sanzioni pesanti per chi si mette al volante dopo aver bevuto troppo. Sono stati 50 nel primo trimestre gli automobilisti con un tasso alcolemico elevato finiti nei controlli della Stradale di Brescia.

(red.) Nonostante il coprifuoco, nonostante le limitazioni negli spostamenti dovuti alla pandemia in atto, sono stati 50 gli automobilisti “beccati” nel primo trimestre dalla Polizia Stradale di Brescia in stato di ebbrezza. Per cinque di loro è scattata la sanzione amministrativa. Per gli altri con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria. Sedici hanno provocato un incidente stradale.
Livelli alcolici elevati anche in pieno giorno per un cittadino veronese di 43 anni colto da una pattuglia del distaccamento di Salò alle 14 circa con un tasso alcolemico di 2,78 g/l alla prima prova.
Cosa si rischia.
1. In caso di guida con tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l, sono previste la sanzione amministrativa da euro 543 a euro 2.170 e la sospensione della patente da tre a sei mesi.
2. In caso di guida con tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 g/l, la sanzione è penale e consiste nell’ammenda da euro 800 a euro 3.200, nell’arresto fino a sei mesi e nella sospensione della patente da sei mesi a un anno.
3. In caso di guida con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, la sanzione è penale e consiste nell’ammenda da euro 1.500 a euro 6.000, nell’arresto da sei mesi a un anno, nella sospensione della patente da uno a due anni, nel sequestro preventivo del veicolo e nella sua confisca. Se il proprietario è diverso dal conducente, la durata di sospensione della patente è raddoppiata e non si applicano il sequestro e la confisca. In caso di recidiva biennale è prevista la revoca della patente.
Per tutti la decurtazione di 10 punti dalla patente di guida mentre 20 punti per i neopatentati e autisti professionisti.

Nella settimana dal 29 marzo al 4 aprile 2021 la Polizia Stradale di Brescia ha effettuato numerosi controlli coinvolgendo 243 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 152 in autostrada e 91 sulla viabilità ordinaria che hanno controllato 990 veicoli e 1132 persone.
736 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 1.348 punti decurtati; le patenti ritirate sono state nove, le carte di circolazione 10 e sono stati effettuati sei fermi amministrativi.
Sono state contestate 57 violazioni per eccesso di velocità e sei violazioni per velocità pericolosa, in particolare 27 persone sono state sanzionate per l’uso del telefonino alla guida e 48 violazioni per il mancato o non corretto uso delle cinture di sicurezza, 33 persone sanzionate per la violazione delle misure restrittive in materia di mobilità non rispettando le limitazioni del Dpcm Covid-19.
L’attività infortunistica complessiva consta in 11 incidenti: sei incidenti con feriti e cinque con soli danni a cose.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.