Rapina sul treno un ragazzo che il giorno dopo lo riconosce: in manette

Più informazioni su

(red.) Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Brescia hanno fermato un 22enne originario del Gambia, accusato di aver rapinato un ragazzo italiano che viaggiava con lui su un treno diretto a Milano. Gli operatori della Polfer stavano controllando un giovane straniero in stazione quando sono stati avvicinati dall’italiano che ha riferito agli agenti di riconoscere il 22enne come uno degli autori della rapina da lui subita il giorno precedente e per la quale aveva già sporto denuncia.
Si trovavano insieme sul treno quando la vittima è stata avvicinata e colpita al volto per strappargli il marsupio e impadronirsi del portafoglio che conteneva 1.120 euro e la carta d’identità, di uno smartphone e del monopattino.
Gli agenti di Polizia, avuta la certezza del riconoscimento da parte della vittima, hanno sottoposto lo straniero a fermo di indiziato di delitto.
Nel corso della perquisizione personale, l’uomo è stato trovato in possesso di circa 20 grammi di droga ed è stato anche arrestato per spaccio di stupefacenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.