Verona, anche bresciani tra i denunciati a una festa abusiva

I partecipanti si erano nascosti sotto i letti e negli armadi per evitare di essere individuati: è stato inutile.

(red.) C’erano anche bresciani tra i partecipanti a una festa, ovviamente abusiva in questo periodo di restrizioni da coronavirus, organizzata in un bed and breakfast nel centro storico di Verona. L’appuntamento che si è svolto nelle ore precedenti a lunedì 1 marzo ha richiamato una decina di persone, oltre che dalla nostra provincia di Brescia, anche da quella di Padova e Bergamo.

La segnalazione ha mosso i carabinieri che sono riusciti a individuare i partecipanti nascosti sotto i letti e negli armadi. Per tutti sono scattate le denunce.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.