Prende reddito di cittadinanza, ma guida Ferrari. Bresciano denunciato

E' uno dei 23 denunciati dalla Finanza. Il consulente fiscale non ha nemmeno dichiarato vincite a scommesse sportive.

(red.) E’ una vera e propria operazione contro i furbetti del reddito di cittadinanza quella messa in atto dalla Guardia di Finanza di Brescia con il coordinamento della procura e l’aiuto dell’Inps. Tanto che 23 persone sono state denunciate per aver percepito in modo indebito l’aiuto economico per un totale di più di 180 mila euro. E tra questi spicca la posizione di un consulente fiscale, 46enne bresciano, operativo tra la Svizzera e l’Italia che lavora per alcuni clienti benestanti, ma nonostante questo aveva presentato una richiesta del sostegno economico dello Stato.

E per farlo ha presentato una dichiarazione con dati incompleti alterando l’indice Isee. Così facendo il professionista è riuscito a incassare più di 14 mila euro dal maggio del 2019 fino a novembre 2020. Ma il consulente ha dovuto fare i conti con il fatto di essere stato fermato alla frontiera tra Svizzera e Italia alla guida di una Ferrari 458 cabriolet a noleggio. In più, durante il periodo in cui percepiva il reddito di cittadinanza aveva vinto oltre 23 mila euro in scommesse sportive ma senza mai dichiararle. Ora le Fiamme Gialle stanno ricostruendo i suoi redditi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.