Collio, giovane stalker perseguitava una donna: in manette

Più informazioni su

(red.) C’era un provvedimento di ammonimento emesso dal questore di Brescia e una conseguente misura cautelare con il divieto di avvicinamento all’abitazione di una donna che era diventata vittima delle “persecuzioni” di un 35enne originario dell’Albania. La decisione del giudice per le indagini preliminari di Brescia era scaturita dall’attività svolta dai carabinieri della stazione di Collio ai quale la vittima si era rivolta per una serie di atti persecutori subiti dal giovane.

Nel tardo pomeriggio di venerdì, nel corso di un servizio perlustrativo durante il quale erano previsti frequenti passaggi nei pressi dell’abitazione della donna, i militari della locale stazione hanno intercettato lo stalker proprio mentre si stava incamminando sul sentiero che conduce all’abitazione della sua vittima.
Inseguito e raggiunto, l’uomo è stato bloccato e dichiarato in stato di arresto in flagranza di reato per l’ennesima violazione delle prescrizioni. La sua posizione si è aggravata quando ha violentemente reagito contro i militari che però sono riusciti a immobilizzarlo. Dopo aver passato una notte in camera di sicurezza, nel corso dell’udienza presso il tribunale di Brescia l’arresto è stato convalidato e per il 35enne sono scattati i domiciliari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.