Accusato di rapina violenta, in carcere cubano di 39 anni

(red.) Agenti della Squadra Mobile di Brescia hanno tratto in arresto un uomo, P.L.C.A., di anni 39, cittadino cubano, in esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere, disposta dal GIP del Tribunale di Brescia, Giulia Costantino, su richiesta Pubblico Ministero che ha coordinato le indagini, Alessio Bernardi, perché indiziato di rapina.

L’arrestato sarebbe il responsabile della rapina commessa a Brescia il 9 dicembre scorso ai danni di una signora.
Quella sera, intorno alle 18, gli agenti delle Volanti della Questura di Brescia sono intervenuti in via Brozzoni, per la segnalazione di rapina ai danni di una donna. La vittima, una signora di 54 anni, riferì che appena uscita da un supermercato uno sconosciuto aveva prima tentato di strapparle il bracciale d’oro che indossava ma che, non riuscendovi, la strattonò per terra, colpendola ripetutamente con calci, fino a sottrarle la borsa, che conteneva telefono cellulare, le carte bancarie, documenti e soldi, allontanandosi a piedi subito dopo per le vie vicine.

 

P.L.C.A., individuato nei pressi di uno stabile occupato abusivamente vicino al luogo della rapina, è stato accompagnato dai poliziotti della Squadra Mobile presso la casa circondariale “Nerio Fischione” di Brescia e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.