Brescia, dipendente infedele e complice: via mezzo milione a un’azienda

La Guardia di Finanza ha sequestrato 255 mila euro. La complice dell'infedele li spendeva in borse e scarpe.

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 30 ottobre le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Brescia, su mandato della procura, hanno sequestrato conti correnti e altri beni ai danni di due donne, entrambe 50enni. Su di loro i magistrati bresciani stavano indagando da un anno dopo aver accertato dei movimenti bancari sospetti. Il punto di riferimento è un’azienda metalmeccanica di Brescia in cui una dipendente – una delle due coinvolte nell’indagine – aveva l’incarico di pagare i fornitori usando i conti.

Peccato che spesso uscissero ingenti somme di denaro dirette verso i conti di un’amica residente a Rieti. E questa, senza alcun problema, li spendeva in scarpe, borse, accessori firmati e auto di lusso. Questa situazione è andata avanti per mesi, anche perché la dipendente non destava sospetti nel momento in cui registrava quelle operazioni nel libro contabile come servizi resi, in realtà mai fatti, ad altre aziende.

Tuttavia, con il passare del tempo quei bonifici diretti spesso verso il Lazio hanno insospettito l’azienda che ha voluto vederci chiaro. Così si è aperta l’indagine che ha visto nelle scorse ore sequestrare 255 mila euro sui conti della complice di Rieti. La dipendente infedele è accusata di appropriazione indebita e l’amica di riciclaggio. E secondo l’accusa l’importo distratto dai conti sarebbe stato del doppio rispetto a quello ora finito sotto i sigilli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.