Valle d’Aosta, elicottero con due bresciani precipita: un morto e un ferito

La vittima è Alfredo Buda, mentre Giorgio Oliva è ricoverato grave a Berna. Stavano rientrando dal Cervinia.

(red.) Nella tarda serata di ieri, domenica 25 ottobre, sui monti del Cervinia, in Valle d’Aosta, si è consumata una tragedia aerea che ha visto due bresciani coinvolti, di cui uno morto e l’altro gravemente ferito. I due, Alfredo Buda di 59 anni della Iro Spa di Odolo e che ha perso la vita, insieme a Giorgio Oliva della Olifer di Odolo ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Berna, erano a bordo di un elicottero con cui stavano rientrando dopo essere stati nella regione.

Il velivolo è precipitato nella zona di Cime Bianche, a 3 mila metri di altezza, in una zona difficile da raggiungere. I resti dell’elicottero sono stati intravisti intorno alla mezzanotte mobilitando il Soccorso alpino della Valle d’Aosta e la Guardia di Finanza. In base alla ricostruzione ad opera della procura, i due bresciani avevano raggiunto ieri, domenica, il comprensorio sciistico a bordo di un Robinson 4 posti e atterrati a Cime Bianche Laghi per godersi una giornata sulle piste.

Ma nel tardo pomeriggio, dopo essere ripartiti, è successo qualcosa che ha portato il piccolo velivolo a precipitare. Sull’accaduto anche l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha deciso di aprire un’indagine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.