Sparatoria di Paratico: fermato 22enne di Villongo

Il giovane sarebbe l'uomo che alle 8 del mattino ha preso a colpi di rivoltella il 38enne Simone Martinelli. La vittima non è in pericolo di vita.

Più informazioni su

(red.) Sembrano arrivate a una svolta le indagini dei carabinieri sui colpi di rivoltella che verso le 8 della mattinata di questo venerdì hanno ferito Simone Martinelli, un operaio di 38 anni residente a Ranzanico nella Bergamasca, all’interno di una azienda di Paratico, sul basso lago d’Iseo, la Colombo di via Varzago.
Secondo gli investigatori gli indizi portano a un giovane di 22 anni residente a Villongo, a pochi chilometri dal luogo del ferimento, in provincia di Bergamo.

I carabinieri, che conducono le indagini coordinati dal sostituto
procuratore Donato Greco, pensano di aver individuato nel giovane il responsabile dell’aggressione. Il 22enne, ex collega di lavoro del ferito, è stato portato in caserma a Chiari e interrogato a lungo in stato di fermo.
La vittima, che è stata soccorsa dai colleghi e trasportata all’ospedale di Bergamo dove si trova ricoverata con ferite d’arma da fuoco alle mani, non è in pericolo di vita e ha già parlato con gli investigatori. La sua testimonianza potrebbe aver permesso di identificare con certezza il feritore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.