Offre soldi ai vigili perché chiudano un occhio: denunciata

Il suo amico era stato fermato perché girava in scooter troppo veloce e ubriaco. Lei ha proposto mille euro alla pattuglia della Polizia Locale.

Più informazioni su

(red.) E’ reato offrire soldi alle forze dell’ordine perché siano clementi e usino la mano leggera con l’amico trovato ubriaco alla guida. Se n’è accorta la donna che martedì pomeriggio ci ha provato con una pattuglia di agenti della Polizia Locale di Desenzano, proponendo un contributo personale di mille euro ai vigili perché chiudessero un occhio, o magari tutti e due. Così non è successo e la signora s’è presa una denuncia.
I poliziotti avevano fermato uno scooter che, stando al rilevamento laser, procedeva a 94 chilometri all’ora in una zona dove il limite è di 50. Alla guida un 48enne residente a Sirmione che non sembrava sufficientemente lucido per condurre un mezzo sulle strade. Sottoposto all’alcoltest, l’uomo ha mostrato un tasso alcolemico più che triplo rispetto al valore consentito.
A quel punto il conducente (denunciato e appiedato) ha chiamato un’amica che lo riportasse a casa, ma la signora ha tentato di offrire agli agenti mille euro per convincerli a chiudere un occhio. Così anche lei è stata denunciata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.