Esine, 59enne ucciso in casa dal convivente. Indagano i carabinieri

Ieri sera alle 23,30 i carabinieri, ambulanze ed elicottero hanno raggiunto l'abitazione. Fermato presunto assassino.

Più informazioni su

(red.) Dalla tarda serata di ieri, lunedì 1 giugno, i carabinieri bresciani della compagnia di Breno stanno indagando per un omicidio avvenuto all’interno di un’abitazione a Esine, in Valcamonica. Il delitto si è consumato intorno alle 23 e pochi minuti prima delle 23,30 è stato lanciato l’allarme alla centrale operativa del 112 per far muovere i soccorsi e le forze dell’ordine. In via Alessandro Manzoni, come segnala il 112, erano state chiamate l’automedica e un’ambulanza da Darfo Boario Terme, oltre all’elicottero proveniente da Brescia.

Ma per un 59enne non c’era più nulla da fare. In base alla ricostruzione alla quale i militari stanno lavorando, l’uomo sarebbe stato ucciso, forse con un oggetto pericoloso, da un 53enne con il quale viveva. Dai primi elementi emersi, infatti, la vittima sarebbe stata allontanata dalla famiglia a causa delle violenze e dei maltrattamenti sulla moglie.

A quel punto avrebbe trovato ospitalità in casa dell’amico 53enne. Ma ieri sera non è chiaro cosa sia successo e per quale motivo si sia accesa evidentemente una lite che ha portato al delitto. Gli inquirenti stanno valutando ogni pista e nel frattempo il presunto assassino è stato fermato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.