Delitto di Milzano, convalidato il fermo dell’assassino convivente

Lui non riesce a spiegarsi quel gesto. Nell'interrogatorio di ieri ha confessato e dovrà restare dietro le sbarre.

(red.) Nella giornata di ieri, lunedì 11 maggio, è arrivata la convalida del fermo nei confronti di Gianluca Lupi, l’uomo di 41 anni che venerdì sera in casa a Milzano, nella bassa bresciana, ha ucciso a coltellate la convivente Zsuzsanna Mailat di 39 anni, conosciuta come “Susy”. Interrogato da remoto in una stanza dell’ospedale Civile di Brescia dove si era fatto condurre su disposizione di un medico del carcere di Canton Mombello a causa delle sue condizioni di salute, l’uomo non ha potuto fare altro che confessare e dicendo di aver agito d’impulso.

Tanto che il suo legale Gianbattista Scalvi dice che il proprio assistito non riesce ancora a spiegarsi perché lo abbia fatto. E di conseguenza il giudice delle indagini preliminari Luca Tringali ha convalidato il fermo parlando di un “uomo senza controllo”. Dai nuovi elementi emersi, i due convivevano da 16 anni, ma negli ultimi mesi la situazione famigliare si era deteriorata. Forse la donna aveva detto al compagno che avrebbe portato con sé in Romania i tre figli, mentre lo stesso assassino ha pensato che la convivente avesse un altro uomo.

Proprio sabato scorso 9 maggio i due coniugi sarebbero dovuti andare da un legale per avviare la causa, soprattutto stabilendo come comportarsi per i figli. Ma la sera precedente, l’ennesima lite ha portato l’uomo a prendere un coltello dalla cucina ferendo mortalmente la donna alla gola, alle gambe e al torace. L’uomo che il 41enne riteneva fosse l’amante della donna è già stato sentito dalle forze dell’ordine e ha negato di aver avuto alcuna relazione con la vittima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.