Evasione continua, Finanza di Brescia arresta 22 persone

Sequestri nei confronti di un centinaio di soggetti. 500 milioni ricavati da operazioni inesistenti e per frode fiscale.

(red.) Questa mattina all’alba, martedì 18 febbraio, le Fiamme Gialle della Guardia di Finanza di Brescia hanno messo a segno 22 arresti nell’ambito dell’operazione “Evasione continua”. Le forze dell’ordine, coordinate dalla procura di Brescia e con il Servizio centrale investigativo Criminalità organizzata di Roma (Scico), hanno scoperto un vero e proprio “laboratorio” di evasione fiscale.

Si parla di 500 milioni di euro di false operazioni e illeciti guadagni per 80 milioni. L’accusa per tutti è di associazione a delinquere aggravata dalla transnazionalità e finalizzata alla frode fiscale. Secondo gli inquirenti, gli arresti avrebbero riciclato i guadagni illeciti e tutti si sono visti sequestrare diversi beni. Nell’indagine sono coinvolte un centinaio di persone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.