Pusher e coca, chiuso per 30 giorni bar in via Chiusure

Un controllo della polizia ha dimostrato come il locale fosse piazza abituale di spaccio e occultamento di droga.

Più informazioni su

(red.) Continuano i controlli della Questura di Brescia per la repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope. Il Questore di Brescia, dopo l’ultimo controllo straordinario sul territorio della Polizia di Stato, in collaborazione con il Reparto Volanti, venerdì 13 dicembre ha disposto e notificato la sospensione per 30 giorni (ex art. 100 T.U.L.P.S.) dell’attività di un bar sito in via Chiusure a Brescia.

In particolare, gli accertamenti hanno dimostrato come, il pubblico esercizio in questione, fungesse da luogo di occultamento di stupefacenti, e dunque luogo d’incontro, contrattazione e scambio tra soggetti connotati da condotte giuridicamente pericolose, la cui presenza rappresentava un pericolo concreto ed attuale per la collettività, in quella particolare zona della città. Durante il controllo, i poliziotti hanno arrestato in flagranza di reato un pregiudicato nordafricano, che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di una dozzina di dosi di “cocaina”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.