Condannato a Brescia, latitante arrestato a Vicenza

Deve scontare 9 anni di reclusione per un traffico di droga messo in campo nella nostra provincia.

(red.) Per un errore nell’atto di notifica era riuscito a rimanere un ricercato da mesi. Ardian Belba, 49enne albanese, è stato condannato dalla Corte d’Appello di Brescia a 9 anni di reclusione e al pagamento di 39 mila euro di multa per una vicenda di traffico di droga nella nostra provincia. Ma subito dopo la sentenza l’uomo è rimasto latitante, tanto da riuscire, nel periodo intorno a giovedì 12 dicembre, a soggiornare in un bed and breakfast di Vicenza.

Ed era sempre fuggito dall’ordine di carcerazione viziato dall’errore. Ma stavolta per lui le cose non sono andate nel verso giusto. Infatti, un dipendente della struttura ha inserito i suoi dati nella prenotazione e richiamando l’attenzione della Polizia. Gli agenti delle Volanti di Vicenza hanno raggiunto il luogo e, accertata la presenza del latitante, lo hanno sorpreso e arrestato.

Non prima di averlo condotto in questura per verificare la sua situazione anagrafica che ha confermato fosse il 49enne. Le forze dell’ordine hanno avvisato la magistratura bresciana che ha scritto un atto con il nome corretto e poi fatto condurre l’uomo nel carcere vicentino di San Pio X.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.