Azzano Mella, uccide la compagna e si impicca al parco pubblico

Dopo il corpo di un 32enne, trovato anche quello di una 47enne. Il primo avrebbe ucciso la seconda prima di togliersi la vita.

(red.) Emergono nuovi aggiornamenti ancora più inquietanti dal ritrovamento di questa mattina, venerdì 29 novembre, ad Azzano Mella, nella bassa bresciana. Infatti, oltre al corpo di un 32enne trovato senza vita nel parco, in un altro momento e tra i campi del paese è stato trovato anche il cadavere di una donna. La sensazione degli inquirenti è che i due episodi siano collegati tra loro. E già emerge una prima ricostruzione che fa pensare a un tragico caso di omicidio e suicidio.

Il primo allarme era scattato intorno alle 8 quando nell’area verde di via Niga era stato trovato impiccato a un albero un marocchino di 32 anni residente in paese. E poco dopo, tra i campi circostanti, è emerso anche il cadavere di una 47enne italiana di Brandico che avrebbe avuto una relazione con il giovane.

Il primo ritrovamento era stato segnalato da un tecnico intento a lavorare per un sopralluogo nel parco e il secondo da parte di alcuni residenti che avevano trovato un’auto con tracce di sangue. La sensazione, ancora da tutta chiarire e ricostruire, è che il giovane abbia ucciso la donna per poi togliersi la vita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.