Quantcast

BreBeMi, scontro tra tre auto: muore bimbo di 4 anni

Ieri alle 18 una Renault Scenic contro una cuspide a Cazzago San Martino. Poi la carambola con altre tre auto. Un bimbo non ce l'ha fatta: muore in ospedale.

Più informazioni su

(red.) Quando a morire a causa di un incidente stradale è un bambino di soli 4 anni, il dolore è ancora più forte e insopportabile. E’ successo nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 15 novembre, sull’autostrada BreBeMi lungo la bretella all’altezza dello svincolo per Pedrocca e Rovato, a Cazzago San Martino, nel bresciano. Probabilmente a causa della strada resa viscida dalla pioggia e forse dalla velocità sostenuta visto il tipo di carreggiata, una Renault Scenic con a bordo una famiglia di Chiari – padre, figlio di 4 anni, la sorella di 12 e un’amica coetanea di lei – è finita contro la cuspide che separa le strade verso Brescia centro e verso la provinciale 19 che porta a Castenedolo.

E’ accaduto intorno alle 18 quando, nello schianto, la Scenic ha perso la ruota anteriore destra e come una trottola è girata su sé stessa colpendo anche un’Audi Coupé e un Suv Land Rover che stavano sopraggiungendo. L’impatto è stato di cinque feriti, di cui gli occupanti dell’auto che ha provocato lo scontro e anche il conducente di uno degli altri mezzi coinvolti. Subito sul posto è stata fermata la circolazione, facendo muovere la Polizia stradale di Chiari e Brescia per ricostruire la dinamica, insieme ai vigili del fuoco, i gestori dell’autostrada e anche vari mezzi dei soccorsi.

A subire le conseguenze peggiori è stato il bimbo di 4 anni che è stato estratto dalle lamiere della Scenic e trasportato con l’elicottero all’ospedale Civile di Brescia dove era stato ricoverato in terapia intensiva pediatrica. Ma nella tarda serata, intorno alle 23, è arrivata la tragica notizia del decesso. Gli altri feriti, di cui le 12enni che sarebbero in gravi condizioni, sono stati condotti tra il Civile e la Poliambulanza. Nel momento in cui a bordo della Scenic si poteva notare la drammatica presenza del seggiolino nel quale era seduto il bambino deceduto, l’autostrada in direzione di Brescia è rimasta chiusa per tre ore dopo l’incidente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.