Carpenedolo, polpette al veleno uccidono tre gatti

Uno dei proprietari farà controllare i pezzi di carne. Forse contengono lumachicida. Qualcuno li ha lanciati sulle vie e anche nei giardini delle abitazioni.

(red.) Dalla bassa bresciana arrivano nuovi casi di animali uccisi da polpette avvelenate. Succede a Carpenedolo, dove tre gatti sono stati attirati da alcuni pezzi di carne e subito dopo hanno perso la vita e ne sono state recuperate le carcasse. In paese diventano così dodici i casi di gatti morti o salvati e tutti segnalati alle forze dell’ordine. Infatti, è dallo scorso ottobre che questi episodi stanno andando avanti.

A preoccupare c’è anche il fatto che le polpette e i pezzi di carne vengono lanciati da qualcuno anche nei giardini e cortili delle case private dove possono attirare i bambini. Uno dei proprietari dei felini uccisi ha raccolto alcune polpette che saranno esaminate per capire se siano intrise di un lumachicida, come spesso capita in questi casi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.