“Pende qualcosa dall’auto“: ma è una truffa

L'ultima frontiera dei raggiri messi in campo da un uomo in via Matteotti a Castenedolo. Avvicina automobilisti fermi al semaforo rosso cercando di colpirli.

Più informazioni su

(red.) E’ forse uno dei raggiri più creativi e fantasiosi che sia stato escogitato, ma al momento per fortuna nessuno è rimasto vittima. Succede a Castenedolo, nella bassa bresciana, dove, come dà notizia Bresciaoggi, via Matteotti è la più colpita da un truffatore straniero. Accade nel momento in cui un ignaro automobilista è costretto a fermarsi al semaforo rosso.

A quel punto viene avvicinato da un individuo che gli dice di vedere qualcosa che pende da sotto il veicolo. Un modo per cercare di far scendere il conducente e per poi rubargli oggetti di valore e denaro. Ma per ora per il truffatore ogni raggiro è andato a vuoto. Anche quello più recente che ha visto una donna di 50 anni fuggire con la propria auto dopo essersi vista avvicinare quell’uomo. E capendo il raggiro, ha denunciato l’episodio ai carabinieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.