Rubano batterie dai ponti radio, c‘è anche Brescia

Operazione di varie polizie stradali con la procura di Brescia. La banda depredava le antenne per ricettare le batterie verso il nord Africa. Quattro arresti.

Più informazioni su

(red.) Nelle ore precedenti a martedì 5 novembre gli agenti della Polizia stradale di Cremona sotto il coordinamento della procura di Brescia hanno arrestato quattro persone dedite al furto di batterie dai ripetitori. E si tratta di un furto di un certo peso, visto che in caso di calamità naturali le forze dell’ordine e la Protezione civile non avrebbero potuto avvisare i residenti coinvolti dal momento che le antenne di trasmissione dei segnali non potevano essere operative. Della banda sgominata, un pluripregiudicato napoletano già in carcere a Brescia si è visto notificare l’ordinanza, oltre a un residente in un campo nomadi bresciano.

Qui, infatti, venivano stoccate le batterie rubate. Le indagini, che hanno poi mosso sul campo la Polizia stradale di Brescia, Ferrara e Ravenna, erano partite a gennaio quando la Polizia giudiziaria della Stradale di Cremona con quella di Crema avevano trovato un camion di un’azienda di commercio e recupero rifiuti di Ravenna che trasportava batterie rubati dai ponti radio in provincia di Milano e Brescia.

Così il giudice ha emesso le ordinanze di arresto anche per un indagato di Ravenna e per un ferrarese, ora ai domiciliari. Sono tutti accusati di furto, ricettazione e riciclaggio in concorso e nel corso dell’inchiesta sono state recuperate 15 tonnellate di batterie rubate per un valore ciascuna di 300 euro. Tutte, secondo gli inquirenti, venivano ricettate poi in nord Africa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.