Castegnato, minaccia di farsi esplodere con gas

Ieri mattina i carabinieri sono intervenuti in via Torre per far desistere un 60enne dal gesto estremo. Raptus di follia a causa di difficoltà economiche.

(red.) Si sono vissuti momenti di apprensione ieri mattina, lunedì 4 novembre, in un’abitazione di via Torre a Castegnato, nel bresciano, dove un uomo di 60 anni ha minacciato di farsi saltare in aria con il gas. Infatti, ha aperto una bombola del suo appartamento e in seguito ha chiamato i carabinieri minacciando di farsi esplodere. Subito sul posto sono accorsi i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Chiari con quelli della stazione di Ospitaletto che hanno raggiunto la casa da dove era arrivata la chiamata.

I residenti delle vicinanze sono stati fatti evacuare per motivi di sicurezza e le forze dell’ordine hanno cercato un dialogo con l’abitante. Quando sono riusciti a tranquillizzarlo, sono entrati nella sua abitazione e hanno dato aria all’abitazione per far uscire il gas. L’uomo è stato poi portato all’ospedale Civile di Brescia per capire le sue condizioni. Pare che volesse togliersi la vita per un momento di difficoltà economica in cui si trova e dopo che gli è stata interrotta la corrente elettrica perché non avrebbe pagato le utenze in regola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.