Sirmione, rapina in tabaccheria con bottiglia rotta

Nel primo pomeriggio di sabato un uomo si è fatto consegnare dalle titolari madre e figlia un incasso di circa 1.000 euro. E' successo in via Colombare.

(red.) Nel primo pomeriggio di sabato 2 novembre una tabaccheria in via Colombare a Sirmione, sulla sponda bresciana del lago di Garda, è stata teatro di una rapina. A commetterla un uomo, di circa 50 anni e pare italiano, che si è presentato al bancone del punto vendita brandendo una bottiglia di vetro rotta contro le titolari madre e figlia. Il negozio si trova in una via centrale del paese, ma questo non ha fatto demordere il malvivente dal suo intento.

Così, intorno alle 13 e in pochi secondi le due donne hanno consegnato l’incasso pari a circa 1.000 euro e il ladro è poi fuggito. Sembra che abbia raggiunto l’abitazione di un complice in auto e con il quale è scappato facendo perdere le tracce. La rapina è stata denunciata ai carabinieri che ora valuteranno le immagini eventualmente riprese dalle telecamere della zona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.