Mandolossa, finta prostituta tenta truffa a cliente

Sabato i carabinieri hanno fermato marito e moglie in una stazione di servizio. Lei si era finta una meretrice per farsi dare il denaro delle prestazioni.

Più informazioni su

(red.) Lo scorso sabato mattina 2 novembre all’alba i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Brescia sono stati impegnati in un intervento in via Mandolossa e portando alla denuncia di due pregiudicati – marito e moglie – per tentata truffa ai danni di un giovane. Proprio il ragazzo aveva raggiunto un’area di servizio avvicinandosi a una donna che sembrava una prostituta per contrattare il prezzo della prestazione.

Le parti si erano accordate sui 70 euro ma che la donna chiedeva di avere in anticipo. E quando ha avuto il denaro, la presunta meretrice è fuggita salendo a bordo dell’auto condotta dal marito e che era nelle vicinanze in attesa che arrivasse la donna. Ma il giovane ha impedito ai due di fuggire e nello stesso tempo sono arrivati i carabinieri che hanno fermato i due coniugi. E al ragazzo sono stati restituiti i 70 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.