Quantcast

Lorandi colpito da infarto in carcere: è grave a Verona

L'ex marmista di Nuvolera accusato dell'omicidio della moglie Clara Bugna e detenuto all'ergastolo si è sentito male durante sabato pomeriggio nell'istituto.

(red.) Dal tardo pomeriggio di sabato 2 novembre Bruno Lorandi si trova ricoverato nel reparto di Terapia intensiva in Cardiologia all’ospedale Borgo Trento di Verona dopo essere stato colpito da un infarto. E’ successo proprio all’interno della cella dove il 72enne ex marmista bresciano di Nuvolera sta scontando l’ergastolo per il delitto della moglie Clara Bugna del 10 febbraio 2007. Nel corso della settimana Lorandi era stato interessato da una lunga intervista della trasmissione tv “Chi l’ha visto?” per ripercorrere quei fatti ed è probabile che questo lo abbia provato al punto di sentirsi male.

I primi a soccorrerlo sono stati i compagni di cella e in seguito, quando è stato accertato che le condizioni del bresciano erano gravi, si è reso necessario il trasferimento in ospedale per opera degli agenti della Polizia penitenziaria. Sicuramente il passato dell’ex marmista è stato travagliato, come quando ha scontato sette mesi di carcere per la morte del figlio Christian trovato nell’aprile del 1986 sul monte Maddalena senza vita, ma poi scagionato e liberato.

E ora invece sta scontando la detenzione per l’omicidio della moglie. Un delitto – la donna venne trovata morta strangolata in casa – per il quale l’uomo si è sempre detto innocente. Il suo avvocato ha già presentato un’istanza alla Corte d’Appello di Venezia per chiedere la revisione del processo e sono in attesa di avere notizie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.